DOVE agiamo

Il Mozambico

La Provincia di Sofala

Il Distretto di Caia

Il Trentino in Mozambico

Mozambico: questa 

immensa veranda sull’Oceano indiano…”

Mozambico
IL MOZAMBICO

bandiera

Nome ufficiale: República de Moçambique
Superficie: 812.593 Km² – Abitanti: 19.371.000 (stime 2001) -Densità: 24 ab/Km²
Divisione amministrativa: 10 province.
Capitale: Maputo 2.212.000 ab.

Altre città: Beira 350.000 ab., Nampula 250.000 ab., Quelimane 230.000 ab.
Governo: Armando Emilio Guebuza, presidente. Aires Bonifacio Ali, primo ministro. L’Asamblea de la República è il massimo organo politico.
Festa nazionale: 25 giugno, Indipendenza (1975).
Popolazione: la popolazione mozambicana è composta da numerose etnie, originate dal tronco bantú: makua (47,3%), tsonga (23,3%), malawi (12,0%), shona (11,3 %), yao (3,8%), swahili (9,8%), makonde (0,6%).
Religione: non ha una religione ufficiale. Nelle regioni rurali predominano i culti tradizionali, mentre la popolazione urbana è in maggioranza cristiana o musulmana; l’Islam è predominante nel nord.
Lingua: portoghese (ufficiale); la maggioranza della popolazione parla lingue bantù. Tra esse predominano lo swahili e il macuo-lomne.
Partiti politici: il Frente de Liberación de Mozambique (FRELIMO) fu fondato nel 1962 da Eduardo Mondlane, con la fusione di tre gruppi nazionalisti. La Resistencia Nacional Mozambiqueña (RENAMO) iniziò la lotta armata contro il governo dalla proclamazione dell’indipendenza del paese. Nel marzo del 1991 si creó il Partido Liberal y Democrático de Mozambique (PALMO). La Unión Nacional de Mozambique (UNAMO) sorse da una scissione di RENAMO.


 

LA PROVINCIA DI SOFALA

Mappa Mozambico

La provincia di Sofala è situata nella regione centrale del Mozambico e conta una superficie di 67.218 Kmq. A Nord e a nord-est, il fiume Zambesi costituisce un confine naturale con le province di Zambezia e di Tete; ad est è limitata dall’oceano Indiano; a Sud, il fiume Save funge da confine naturale con la provincia di Inhambane e ad Ovest con la provincia di Manica.

Amministrativamente è suddivisa in 12 distretti: Buzi, Caia, Chemba, Cheringoma, Chibabava, Dondo, Gorongosa, Machanga, Maringue, Marromeu e Muanza e città di Beira (che ha uno statuto proprio di distretto). Beira è la seconda città più grande del Mozambico. La provincia di Sofala conta inoltre cinque cittadine: Caia, Inhaminga, Gorongosa, Marromeu e Nhamatanda.

Secondo dati del 1997 la Provincia di Sofala conta circa 1.582.256 abitanti (770.147 uomini e 812.109 donne) dei quali circa 726.000 sono considerati popolazione economicamente attiva. La densità di abitazione è di 19 abitanti per Kmq. Della popolazione attiva, la maggior parte è impiegata nel settore agricolo. Nelle zone rurali, le donne sono maggiormente dedite al lavoro agricolo rispetto agli uomini (153.000 contro 126.000) mentre nelle zone urbane il dato è opposto (61.400 contro 93.700). La popolazione urbana corrisponde al 41,2% del totale, e di questa il 30,8% risiede nella città di Beira mentre il 9,1% nella città di Dondo. La restante percentuale (1,3%) vive nei piccoli centri urbani, nelle cittadine. La carenza di infrastrutture di base quali strade, ponti e rete commerciale all’interno della Provincia, oltre all’alto tasso di analfabetismo (56,2% della popolazione secondo il Censimento del 1997), fa sì che la maggioranza della popolazione viva in condizioni di estrema povertà. Il clima è generalmente tropicale umido. La Provincia è attraversata da 10 fiumi.


CAIA

caia

Il Distretto di Caia si trova nel nord della provincia di Sofala, nel cuore del Mozambico, a circa 300 km dalla città di Beira. In un territorio di 3.477 mq vive una popolazione di circa 90 mila abitanti, di etnia massena. La lingua parlata, accanto al portoghese, è ilchisena.

Il territorio, delimitato a nord-est dal grande fiume Zambesi, è attraversato da importanti vie di comunicazione: la strada nazionale numero 1, che collega il nord e il sud del Paese ed una linea ferroviaria in via di ripristino. L’economia si basa sull’agricoltura di sussistenza. Il clima è tropicale con due distinte stagioni: calda e piovosa da novembre ad aprile, fresca e relativamente secca da maggio a ottobre.

Il distretto è suddiviso istituzionalmente nei tre posti amministrativi di Caia, Murraça e Sena e tradizionalmente in 24 reguladi. Nell’ambito della riforma nazionale sul decentramento amministrativo, il distretto sta assumendo funzioni di governo sempre più autonome.


IL TRENTINO IN MOZAMBICO

Il territorio Trentino è impegnato da vari anni in un dialogo con la Provincia di Sofala. La Provincia Autonoma di Trento, oltre ad essere uno dei promotori del progetto, è anche il principale finanziatore del programma di cooperazione decentrata e partecipa con un proprio rappresentante al Tavolo Trentino con il Mozambico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...